Sequestrato il cantiere I-60

miglio catarci sequestro

In data 11 febbraio 2014 la polizia Municipale, su sollecitazione del Presidente del Municipio VIII Catarci e dell’Assessore municipale all’urbanistica Miglio, ha eseguito il sequestro della parte di cantiere I-60 adiacente al Fosso delle Tre Fontane. Tale sequestro si è reso inevitabile a causa della violazione del vincolo paesaggistico a tutela del Fosso stesso (con estensione di 150 metri per lato) ad opera dei costruttori, che lo hanno utilizzato come zona di scarico dei materiali di risulta delle lavorazioni, con conseguente occlusione del Fosso e distruzione della vegetazione circostante. Senza considerare il potenziale dissesto idrogeologico che un’azione del genere in un’area semi-paludosa potrà causare.

L’esistenza di tale vincolo, dimenticato dalle istituzioni ad ogni livello, è stata portata all’attenzione dell’Assessore da membri del Coordinamento, i quali sono stati anche ricevuti dalla Commissione Urbanistica del Municipio VIII proprio per riferire della sussistenza del vincolo paesaggistico a tutela del Fosso.
Il sequestro, pur non avendo bloccato in toto i lavori, verrà messo agli atti del ricorso al TAR, la cui prima udienza si terrà il 22 maggio 2014; se il ricorso avrà successo, si renderà necessaria una revisione globale del progetto (se non addirittura la sua cancellazione), in quanto potrebbe risultare inedificabile una vasta porzione dell’I-60.

 

sequestro tre fontane

 

One Response to “ Sequestrato il cantiere I-60”

  1. stefania

    avevano sospeso…..si continua a scavare…..dobbiamo fermarli.