notizie

Il 21 settembre 2017, con la mozione nr. 66, l’Assemblea Capitolina ha impegnato la Sindaca e la Giunta:

- a porre in essere ogni utile iniziativa finalizzata ad accertare la rispondenza tra quanto previsto nella Convenzione del 5 ottobre 2011 “progetto di trasformazione urbana Grottaperfetta” e quanto effettivamente realizzato ein corso di realizzazione dal Consorzio Grottaperfetta” nell’area compresa tra via di Grottaperfetta, via Berto e via Ballarin, interessata dall’intervento urbanistico n. I 60;

- a sollecitare la Regione Lazio affinché venga assentita la Valutazione di Impatto Ambientale, in considerazione delle caratteristiche dell’intervento e delle successive emergenze rilevate nel corso della esecuzione delle opere di urbanizzazione;

- a sollecitare, altresì,la Soprintendenza speciale ai Beni archeologici affinché renda pubblica la relazione scientifica relativa ai sondaggi archeologici effettuatiin situ, tra il 2008 e il 2011;

- mettere in atto ogni azione possibile per il ripristino del tratto del Fosso delle Tre Fontane compreso nell’area dell’intervento, al fine di salvaguardare gli aspetti ambientali –naturalistici;

- promuovere altresì presso le Istituzioni competenti la salvaguardia e la tutela del fosso.

Vedasi mozione sottostante.

Pag.1 di 2

ptu_grottaperfetta_21set2017-page-001

Pag.2 di 2

ptu_grottaperfetta_21set2017-page-002

 

 

 

comunicato_fosso_set2017

fosso_tre_-fontane_2017set08_page1

 

fosso_tre_-fontane_2017set08_page2

 

fosso_tre_-fontane_2017set08_page3

 

fosso_tre_-fontane_2017set08_page4

Venerdì 13 gennaio 2017,  grande giornata in municipio VIII: approvata all’unanimità (17 voti su 17 presenti), una mozione per la tutela del Fosso delle Tre Fontane e la riduzione delle cubature dei 32 palazzi previsti tra via di Grottaperfetta, via Berto e viale Ballarin. L’importante atto, che costituisce una significativa base per proseguire la battaglia contro il GRANDE SCEMPIO, è stato approvato dai 15 consiglieri del Movimento 5 Stelle e dai due firmatari dello stesso, Andrea Catarci e Amedeo Ciaccheri, alla presenza di numerosi cittadini, interessati al rispetto del territorio, della legalità e contro l’arbitrio di chi confida nel potere economico e politico. Alla votazione non hanno partecipato i consiglieri del Partito democratico che, insieme a quelli dei partiti di destra, sono usciti dall’aula.

A gennaio 2016 la Senatrice Loredana De Petris ha predisposto un’interrogazione in merito all’edificazione nell’area I-60.

interrogazione_DePetris_pag.240

interrogazione_DePetris_pag.241

interrogazione_DePetris_pag.242

interrogazione_DePetris_pag.243

interrogazione_DePetris_pag.244

interrogazione_DePetris_pag.245

interrogazione_DePetris_pag.246

Senato-elettivo

madama01

 

20 maggio 2014

Comunicato stampa

logo Stop I60

Salve a tutti,

siamo entrati nella settimana decisiva ma non ultimativa. Incombe l’udienza al Tar, giovedì 22 maggio, noi saremo presenti per capire come si mettono le cose e sostenere i nostri bravissimi legali. In allegato troverete il link di un articolo in cui si evidenziano tutte le “incongruenze” che – grazie anche all’azione del municipio e dei pochi gruppi politici che si oppongono allo scempio – siamo riusciti a far emergere con l’infaticabile lavoro di alcuni nostri collaboratori cui non smetteremo mai di essere grati. Se il giudizio amministrativo dovesse volgere a nostro favore la vittoria sarebbe totale.
Leggi tutto »

logo Stop I60

Ancora una volta un colpo di mano in danno ai cittadini e all’ambiente. Gli amministratori regionali scavano sempre di più un profondo solco tra la collettività e le istituzioni, proponendo una vergognosa sanatoria tesa a salvaguardare l’arbitrario interramento del fosso delle Tre Fontane, tra via Ballarin e via di Grottaperfetta, da parte dei costruttori che intendono edificare tutta l’area di 22 ettari.
Leggi tutto »

sequestrotormarancia4_300_200

Bloccato uno scempio di immani proporzioni, nel silenzio di molti ambientalisti di facciata “Un intero quartiere anzi, un intero quadrante, torna a sperare. Migliaia di cittadini, dopo il blocco dell’oltraggioso scempio perpetrato ai danni di un bosco ormai cancellato, ricominciano a credere nelle istituzioni. In quelle che si sono opposte all’arroganza dei poteri forti e a vergognosi scambi di ‘favori’, sotto il segno di milioni di euro”.
Leggi tutto »

Sequestro parco tor marancia

Il sequestro del cantiere del Parco di Tormarancia, effettuato questa mattina, 23 novembre, da parte del Corpo forestale dello Stato, nasce da esposti ben preparati da alcuni cittadini con un alto senso civico e ambientale, con il sostegno di questo Coordinamento e del Movimento 5 Stelle. Pesanti le imputazioni per le cinque persone denunciate: reato di lottizzazione abusiva in concorso e danno ambientale.
Leggi tutto »

LOGONUOVO_mun_8_d0

Ieri Mercoledì 11 si è tenuta nell’Aula Consiliare l’attesa interrogazione da parte del M5S in merito alla questione I-60. Al di là dei soliti endemici ritardi e dei fiacchissimi tentativi di mandare in malora l’interrogazione da parte di un esponente di centrodestra, l’interrogazione ha finalmente avuto luogo: nonostante fosse ben circostanziata però le risposte del Presidente Catarci e dell’Assessore Miglio sono state a dir poco evasive.
Leggi tutto »